• Il Maiolandro - vista esterna Primavera

  • Maiolandro - Fiori

  • Il Maiolandro - la cucina

  • Il Maiolandro - idromassaggio e sauna con cronoterapia

  • Il Maiolandro - Camera matrimoniale Rododendro

Piscina Idromassaggio e cromoterapia

Piscina Idromassaggio e cromoterapiaIl modo più efficace per rigenerare corpo e mente? Concedersi un bagno idromassaggio. I benefici dell’idroterapia e della massoterapia confluiscono per regalare relax, piacere e benessere.
L’idromassaggio è in grado di prevenire problemi di natura estetica oltre che fisici. Ma non è altrettanto nota l’importanza che in tutto questo gioca la temperatura dell’acqua e i benefici che essa può determinare se adoperata con il giusto criterio: l’acqua calda (37/38°) è decontratturante e favorisce la circolazione, mentre quella fredda ha un effetto tonico-stimolante e può aumentare la pressione arteriosa. Le bolle d’aria e il flusso dell’acqua invece comprimono e decomprimono i tessuti apportando vantaggi alla circolazione sanguigna e linfatica. Le gambe diventano più leggere e meno gonfie mentre la tanto temuta cellulite si riduce grazie alla pressione massaggiante dell’acqua, che favorisce il drenaggio dei liquidi.
Ma l’idromassaggio possiede molte altre virtù collegate alla possibilità di focalizzare l’azione del getto su specifiche parti del corpo: rassoda, combatte l’obesità e i problemi connessi all’uso di anticoncezionali orali, riduce la tensione e la stanchezza sessuale, combatte i reumatismi, le artriti, la gotta, l’affaticamento dell’apparato respiratorio e l’insonnia. La pelle si tonifica, si leviga e si distende.
Ma l’idromassaggio è una vera fonte di benessere anche per la mente. La pressione del massaggio stimola infatti il rilascio di endorfine, che sollecitano le fibre nervose generando una sensazione di piacere e relax.

LE REGOLE PER UN BUON IDROMASSAGGIO

  1. La prima regola è non utilizzarlo tutti i giorni. Ebbene sì. Per rendere l’epidermide levigata e tonica non bisogna immergersi tra i getti dell’idromassaggio per più di 20 minuti e praticarlo solo 2-3 volte alla settimana. Peccato!
  2. Fare uno scrub (un’esfoliazione dell’epidermide con una specifica crema) prima di “tuffarsi” nell’acqua, eliminando così tutte le cellule morte della pelle.
  3. La temperatura ideale per un bagno rilassante è tra i 32 e i 37 gradi mentre la pressione dell’acqua deve essere moderata, per evitare un’eventuale rottura dei capillari.
  4. Per rendere la pelle più vellutata, si possono sciogliere nell’acqua due cucchiai di bicarbonato e qualche goccia di olii essenziali profumati. Attenzione però: è importante che non si produca schiuma. Questa infatti, stimolata dai forti getti d’acqua, rischia di aumentare troppo impedendo un corretto micromassaggio. Occorre scegliere olii essenziali specifici, a base di latte, biancospino, ippocastano e pompelmo, che lasciano la pelle levigata e tonica. Contro la cellulite è invece da preferire l’olio essenziale di cipresso, che ha un’azione drenante e antinfiammatoria.
  5. Dopo un bell’idromassaggio un buon suggerimento è quello di distendersi per 10 minuti avvolti in un accappatoio così da permettere alla pressione, alterata dal calore e dal massaggio, di tornare alla normalità.
  6. Infine, a bagno ultimato, dopo l’asciugatura occorre di idratare bene la pelle.

La cromoterapia è un’antica terapia naturale complementare, nota e praticata già presso gli antichi Egizi che utilizzavano i pigmenti e le polveri colorate per aggiungerle alle sostanze medicamentose, ma anche in Oriente, in particolare in Cina, India e Tibet era ed è praticata per riequilibrare le disarmonie emotive che influiscono sulle comuni malattie. Il colore e i toni della luce che si irradiano verso una parte specifica del corpo trasmettono le vibrazioni che riportano in equilibrio le energie. La cromoterapia viene pratica dietro consiglio di esperti di medicina olistica come terapia per malattie psicosomatiche, ansia, stress, depressioni, debolezza fisica e mentale, deficit immunitari, dolori e spasmi localizzati, i colori trasmettono la loro proprietà benefica, stimolante il rosso, rilassante il blu, riequilibrante il verde, defatigante il giallo.

Più nello specifico vediamo i singoli colori e le loro proprietà.

Rosso: stimola l’attività fisica e intellettuale, è euforizzante, migliora la circolazione e la produzione di globuli rossi, è antibatterico.

Blu: calmante e rilassante, elimina il mal di testa, diminuisce la pressione sanguigna, è antisettico e attenua i dolori.

Giallo: stimola intelletto e concentrazione, rafforza il sistema immunitario, agisce sul pancreas, è depurativo.

Verde: allevia insonnia, mal di testa, problemi di stomaco e intestino, è antibatterico e agisce nei casi di esaurimento nervoso.

Viola: rilassante, favorisce concentrazione e meditazione, combatte dolori e stanchezza, agisce sulla milza.

Arancione: stimola il metabolismo, i polmoni, cura spasmi e crampi, ridona equilibrio al sistema nervoso per superare ansie e paure.

Il modo più efficace di applicazione della cromoterapia consiste nell’irradiare una luce del colore adatto al problema da risolvere verso tutto il corpo o verso il punto specifico in cui si trova lo squilibrio energetico, per esempio una luce blu verso la testa per depressioni e stress, una luce gialla verso l’addome per stimolare la digestione, il fegato e l’intestino.

Indipendentemente dalle teorie e dalla pratica olistica possiamo sperimentare noi stessi gli effetti benefici di un colore o di un altro, per esempio se siamo in un periodo di stress prendiamoci qualche minuto per osservare un oggetto blu, se siamo svogliati e giù di tono un oggetto rosso o giallo se necessitiamo di ritrovare concentrazione, a volte in gesti semplici e naturali è possibile ritrovare una soluzione senza dover per forza aprire l’armadietto dei medicinali.

LA DIREZIONE DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER INCIDENTI O MALORI, PRIMA DURANTE O DOPO L’USO DELLA PISCINA

Torna alla pagine Servizi